L'angolo del presidente
Running Magna Grecia
Presentazione
La Basilicata
Hanno Scritto
Programma
Galleria fotografica
Iscrizione gara
Prenotazioni
Contatti
 

Caro atleta e amico, mi ha fatto molto piacere averti incontrato ai ns. Campionati Nazionali Amatori Senior - Master, alla maratona di New York, Londra, Parigi, Praga, Montecarlo,Torino, Milano, Padova, Roma, Napoli, Reggio Emilia, Bari, Parabita, Siracusa, Ravenna, Assisi, al giro podistico dell'Elba - Trevi.

Oggi facciamo parte di quel gruppo di atleti che in Italia rappresenta una realtà con migliaia di iscritti ad Enti Promozionali Sportivi riconosciuti dal CONI.

I programmi di Stages - Winning del ns. tempo libero ci permettono di gareggiare in qualsiasi parte del mondo. Correre è la medicina sportiva del futuro, la riabilitazione del nostro corpo: pensate, camminare per 4 Km al giorno equivale ad 8 terapie mediche.

Bisogna usare i polmoni il più possibile in tutta la loro estensione; sono la nostra parte delicata e va tenuta allenata.
Dedico questa mia personale esperienza al Running della Magna Grecia, che dal 2000 organizzo personalmente. Invito tutti a venire a gareggiare. Avrete modo di ammirare un meraviglioso paesaggio e respirare l'aria salubre del nostro incantevole Mar Jonio.

Credo in queste iniziative, perchè servono a saldare ancora di più lo stretto legame che unisce lo sport e la società civile. Queste manifestazioni, aperte a tutte le categorie, svolgono l'importante funzione di favorire la crescita del movimento culturale, fondamentale per la formazione dei giovani.

Agli amici chiedo un contributo per affrontare le spese. Agli atleti il loro contributo alla partecipazione, consueto impegno per una garanzia e buona riuscita della manifestazione.
Porgo un saluto e un ringraziamento a tutti, in modo particolare ai colleghi atleti.

Uno degli obiettivi più qualificati che lo sport italiano dovrà perseguire per il 3000 è quello di avvicinare ad una pratica sportiva il maggior numero di cittadini.

La società italaina è cambiata. Oltre 28 milioni di adulti sono arrivati a superare la soglia dei 40 anni. E' una massa imponente di persone che, in teoria, resta fuori dall'attività sportiva per ragioni anagrafiche. Attirare l'attenzione di questa fascia molto vasta di probabile utenza, pone lo sport italiano davanti a una forma di impegno che dovrà essere diverso da quello fino ad oggi esercitato per lo sport agonistico e dovrà andare alla ricerca di modelli nuovi di organizzazione ed intervento.

ALCUNI DEGLI OBIETTIVI PIU' IMPORTANTI DA RAGGIUNGERE SONO:
- la rivisitazione dell'uso degli spazi dello sport, rilasciando una visione ambientalistica, rivolta all'utilizzo sociale e collettivo dell'ambiente naturale;
- il rilascio definitivo del rapporto sport-famiglia che, mai come nello sport amatoriale, potrà essere stimolato;
- la possibilità, attraverso milioni di persone dedite allo sport, di stimolare e far crescere l'offerta occupazionale.

Nessun limite all'età, alla prestanza fisica, al ceto sociale; rispetto delle ambizioni agonistiche e incoraggiamento alla parteciapzione non competitiva: questi i margini entro i quali muoversi con coerenza per lo sviluppo dell'attività amatoriale.
Le federazioni riconosciute dal C.O.N.I. aprono le porte all'attività amatoriale, permettendo a fasce sempre più ampie di cittadini di avvicinarsi, con modo e forme differenziate, allo sport amatoriale in generale ed al suo microcosmo in particolare.

I SENIOR-MASTER degli sport amatoriali cercano, oggi, di trovare un equilibrio capace di ben fondere l'attività individuale con lo sviluppo necessario delle strutture societarie, passando attraverso forme di aggregazione e partecipazione che possono essere le più ampie possibili, senza intaccare i contenuti agonistici nè sacrificare quelli propri della promozione.

Una categoria senior-master ben organizzata amplierà la base dei praticanti atleti e accrescerà l'immagine verso gli sponsor, il colpo d'occhio sui massmedia ed il ruolo sociale di tale attività. Il senso di questa presenza deve essere forte e deve rappresentare le radici di un mondo fatto di praticanti appassionati, ma anche di eccezionali forme di volontariato che sono insite nelle nostre strutture sociali di base e che sono linfa indispensabile per la crescita del mondo dell'atletica.

L'adesione alla categoria senior-master resta dunque una realtà di vita per stare meglio, vivere con gli altri, far crescere lo sport italiano e la sua cultura, sentirsi parte della grande famiglia dello sport amatoriale.

Rocco Petrocelli
Presidente del CSAB e maratoneta

I miei compagni di gara sono:
Angela Gargano, Maria Antonia Busatta, Michele Rizzitelli, Ulderico Lambertucci, Adriano Boldrin, Carmelo Passiatore, Antimo Petito, Piero Ancora, Renato Narcisi, Mario Zanaboni, Giuseppe Togni, William Covi.

www.runningmagnagrecia.it - info@runningmagnagrecia.it